Un’industria antica per il pinerolese è senz’altro quella della carta. Vi è prova certa della presenza di cartiere a Pinerolo almeno fino dal 1370.
La più importante di tali cartiere fu quella del Malanini presente fin dal 1400. Dopo diversi cambi di proprietà la cartiera passò nel 1869 in mano alla ditta Lebon-Cassina. 
Nel 1900 lo stabilimento di Francesco Cassina venne acquisito dal figlio Enrico e nel 1941 dai nipoti Franco e Luigi. Lo stabilimento venne ulteriormente ampliato negli anni ‘50 a cui fecero seguito profonde modifiche al ciclo della lavorazione, sempre mantenendosi nel campo delle carte e dei cartoni da impacco ed imballo. 
Negli anni ’60-‘70 venne realizzato un nuovo fabbricato a cui seguirono ulteriori modifiche. 
Attualmente, partendo da materie prime legate al recupero e riciclo di materiale cartaceo proveniente da raccolte differenziate della provincia di Torino, si producono carte per l’industria del cartone ondulato.


Comments